FABRIS ISIDORO di Antonio -COSTABISSARA (VI) Caporale nel 27░ Regg. Fanteria, matr. N. 8569, passato 90░ e successivamente all'89░, Caporal Maggiore nel 239░ Regg. Fanteria 8a Compagnia; nato il 12-5-1896 a Costabissara; morto il 4-6-18 a VaI Cesilla- Monte Grappa, quota 1461, in seguito a scoppio di granata austriaca. Sepolto nel Cimitero militare di Val Damato, presso Casa N. 1. Decorato di medaglia d'argento al valore militare. Motivazione: procedendo all'assalto su terreno fortissimamente battuto da mitragliatrici e artiglieria nemi- ca, in testa a tutti, sorreggeva col braccio un ufficiale sessantenne, volontario di guerra, sventolando con lui il tricolore. Caduto ucciso 1'uffi- ciale, egli sempre in testa continu˛ a combattere. Pendici settentrionali dell'Hermada, quota 145 Sud. 23-8- 1917. (l)

Soldato FERRARlO GUGLIELMO classe 1898 79░ Reggimento Fanteria Caduto il 25-10-1918 sul Monte Grappa Decorato di Medaglia d'Argento al V.M. con la seguente motivazione: .Portamitragliatrice, sotto l'intenso fuoco nemico di artiglieria, sprezzante del pericolo si spingeva risolutamente avanti, incoraggiando i compagni. Ferito, rinunziava a recarsi al posto di medicazione e, dando mirabile prova di fermezza, restava in trincea a sistemare la postazione dell'arma finche, colpito una seconda volta e pi¨ gravemente, fu costretto ad allontanarsi .. Monte Asolone -Monte Grappa, 25 ottobre 1918.

Capitano FERRARlO ERCOLE classe 1892 8░ Reggimento Fanteria Caduto il 6-8-1916 a Grafenberg (Gorizia) Decorato di Medaglia d'Argento al V.M. con la seguente motivazione: c Comandante della Compagnia Zappatori destinata a prendere le ondate d'attacco, sotto vivo fuoco di fucilerla e dl mitragliatrici, portava arditamente il proprio reparto sotto le trincee nemiche, incitando con la voce e con l'esempio i dipendenti a sgombrare i varchi giÓ aperti dalle nostre artiglierie, flnche ripetutamente colpito, eroicamente cadeva davanti alle trincee nemiche ╗. Grafenberg, 6 agosto 1916.

Soldato FURIOSI STEFANO
Classe 1888  -  121░ Fanteria  (M.A.  V.M.)
"Catturata una mitragliatrice la rivolgeva immediatamente contro il nemico sconvolgendolo. Assaltato poscia un ridottino, ne scacciava l'avversario, resistendo valorosamente contro i forti e ripetuti assalti."
Basso Piave 19-23 giugno 1918 Consegnata sul campo da S.A.R il Duca d'Aosta

FABIANI DOMENICO s.ten. 06/06/1894  n░2  MED. arg. GUBBIO PERUGIA
FELICI GIORDANO MED ARG 1917  Forli FC
FENINI GIUSEPPE Ten M.Argento  Casalpusterlemgo Lodi-  1917
FENINI LUIGI Ten. M. Argento  Casalpusterlengo Lodi
Comandante autoblindate, dimostr˛ intelligenti inziative e coraggio affrontando il nemico superiore in forze. Riuscý spesso a causare danni all'avversario e fornire al Comando notizie con esplorazione diretta e facendo prigionieri
FERRON SILVIO  M. ARG. Orgiano Vicenza
FERRARESE SALVATORE   Cap   M.A.  Alliste  LECCE
FERRARESE SALVATORE Caporale  Dopo che il reparto cui apparteneva fu annientato, usciva allo scoperto e mitragliava il nemico, opponeva ardua resistenza indi cadeva folgorato dallo scoppio di una granata nemica. Monte Sabotino, 6 agosto 1916.
FERRO ORAZIO  Decorato di Medaglia d'Argento al V. M.14.12.1915  Tropea VV
FIGINI DOMENICO tenente 01-01-1888 260° rgt ftr fanteria 19-09-1918 Cornone morto in combattimento argento  Vignole Borbera AL
FOCACCIA ANGIOLETTO  Forli FC  MEDAGLIA D' ARGENTO  1917
FOCACCIA ANGIOLETTO  Forli FC MEDAGLIA D' ARGENTO  1917
FRANCHI  AURELIO  MED ARG 1916  Forli FC
FRANCIOSO LUIGI      M.A.   Alliste  LECCE
Medaglia dJ Argento alla Memoria Fante FRANCIOSO LUIGI Nel tentativo di portare in salvo il proprio superiore ufficiale ferito, incurante del pericolo cui andava incontro, veniva a sua volta colpito dal fuoco nemico. Nonostante la notevole perdita di :sangue, portava a termine la
missione e cadeva esanime. Monte Asolone, 15 giugno 1918.
FRANGA SILVIO M.MAJO 15.7.1916 DEC. MED. ARGENTO garda  Verona
FRONTICELLI BALDELLI GIOVANNI 
Forli FC MEDAGLIA D' ARGENTO TRE MED AL VALORE IN LIBIA MEDAGLIA D'ARGENTO AL VALOR CIVILE 

HOME